Vigne

È qui che affondano le nostre radici. Come queste terre vogliamo ricordare i profili, le orme di chi prima di noi ha accennato dei passi. E renderle nostre, per lasciare una traccia.

I tralci emergono da un terreno sabbioso, molto raro nella zona di Piglio. Due ettari di vigna a terra bianca adagiata su un costone non coperto dalle eruzioni dei vulcani laziali. La vigna fu piantata qui prima degli anni 20, in coltivazione promiscua con gli ulivi, per poi essere spiantata alla fine degli anni settanta dai precedenti proprietari. Il nostro vigneto è del 2002, molto giovane ancora per le potenzialità che può esprimere.

Uno dei cru più antichi e pregiati di Piglio. Si trova proprio sotto il cimitero omonimo, a circa 500 metri d’altitudine.  L’avvicendarsi di proprietari scava un percorso nel passato che arriva fino all’imperatore Nerva. Le nostre vigne, per un totale di un ettaro hanno storie diverse: il cru di cesanese d’affile risale al 1960, quello di passerina al 1980. Forse è l’età, unita al valore evidente del posto, a garantire delle uve ricche e complesse, così come lo sono i vini: corali, mai fuori dalle righe, ma complessi e profondi, con un rimando sempre costante anche nei prolungati invecchiamenti alla natura tradizionale del vitigno.

Tre ettari dislocati in due corpi distanti 300 metri l’uno dall’altro. Vignali è un cru storico che segue la discesa che dal Colle di Grano porta al territorio pianeggiante a confine con i comuni di Acuto ed Anagni. Vini austeri, capaci di liberarsi solo con gli anni, sono accompagnati dal marcato aroma di viola in gioventù. I nostri vigneti sono divisi in due parcelle: la prima, impiantata nel 1998, si trova proprio sotto la quercia secolare che fa da punto fiduciario della zona. La seconda, di due ettari, è composta da circa 1,5 Ha impantiati nel 2005/2006 e 0,5Ha a GDC risalenti agli anni ’90. Terreni completamente vulcanici, con l’argilla a farla da padrona superando spesso il 50%.

A ridosso della Torre del Piano, sulla linea di confine tra Piglio ed Acuto. Poco più di mezz’ettaro per questa vigna impiantata alla fine degli anni ’60 scegliendo un sesto stretto ed una distanza sulla fila di 50 cm a filari alterni. Zona storica, ad alta densità vitata, del comune di Piglio, è divisa in più terrazzoni che dalla Torre salgono fino alla provinciale Anagni-Fiuggi. Il nostro vigneto è un trapezio di argille vulcaniche sito nella parte centrale di questo anfiteatro naturale.

Zona tra le più ricercate, ma anche difficoltose e impervie del territorio: forti pendenze e lingue di sassi a testimoniare frane passate dal monte scalambra. Il nostro piccolo vigneto degli anni ’60, rigoglioso e sotto i venti degli Altipiani di Arcinazzo è una delle nostre più grandi scommesse.

Photo gallery

Copyright © 2014 Costa Graia srl | Tel.: + 39 340 6189266 | Email: info@costagraia.com
Contrada Mignano snc, Piglio (FR) | P.IVA 02770160600